Prezzi del pesce in rialzo per Pasqua a causa del maltempo

I prezzi del pesce aumentano e i menù di Pasqua cambiano. Come il maltempo ha influito sulle attività di pesca?

La settimana pasquale sta risentendo degli effetti del maltempo sulle attività di pesca e sui prezzi del pesce. Il cattivo tempo, infatti, ha limitato drasticamente le operazioni in mare, causando una riduzione sia nella quantità che nella varietà di pesce disponibile nei mercati. Questo ha inevitabilmente influenzato le scelte di acquisto dei consumatori in vista delle festività pasquali.

Secondo un monitoraggio condotto da Fedagripesca-Confcooperative, la Settimana Santa è tradizionalmente un periodo di picco per il consumo di pesce, con un aumento che può arrivare fino al 50% rispetto alla media annuale. Tuttavia, quest’anno il maltempo ha posto delle sfide significative per i pescatori, influenzando direttamente l’offerta sul mercato.

La conferma dell’aumento dei prezzi del pesce

Anche la Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) ha confermato questa tendenza, evidenziando un aumento dei prezzi e una scarsa disponibilità di prodotto, soprattutto nei mercati ittici all’ingrosso come quello di Roma della rete Italmercati.

Le avverse condizioni meteorologiche e i problemi di insabbiamanto dei porti hanno reso incerta la possibilità di uscire in mare per molti operatori delle marinerie. Tuttavia, nonostante le sfide, le specie di pesce di alta qualità come calamari, polpi, seppie, mazzancolle, sogliole, rombi e dentici continuano ad essere richieste e vendute con successo, quando disponibili. Anche gamberi e scampi mantengono un buon andamento sul mercato, seppur con un’offerta limitata.

In questo contesto, i pescatori si adattano alle difficili condizioni meteo e lavorano con impegno per garantire la migliore qualità di pesce possibile ai consumatori. Nonostante le sfide, l’impegno e la passione dei pescatori di Mazara continuano a essere il motore che guida questa importante industria, assicurando che il mare continui a regalarci i suoi prelibati frutti, anche nelle condizioni più avverse.

Stampa
Condividi su:

Lascia un commento